venerdì, 14 dicembre, 2018
BREAKING NEWS

    Come riconoscere se un diamante è vero o falso

    diamanti veri falsiSia che tu desideri acquistarli per metterli al collo della tua amata, oppure che tu voglia farli tuoi al fine di operazioni di trading, è sempre bene essere in grado di riconoscere se un diamante è vero o falso. Proprio come accade anche per l’oro ed altre pietre e metalli preziosi, c’è sempre chi prova a falsificarli, imitarli, scambiarli, quindi è bene prestare sempre la massima attenzione quando ci si appresta all’acquisto di questa tipologia di beni. Per fortuna acquisire la capacità di capire se un diamante è vero o falso è ancora più semplice di capirlo per altre pietre preziose e non sono richieste qualità specifiche.

    Il più delle volte quando viene posta questa domanda su come riconoscere se un diamante è vero o falso c’è dietro una qualche storia particolare. Ad esempio se nei recessi di qualche cassetto viene rinvenuto un gioiello di famiglia o qualche tipo di pietra, il primo pensiero è quello di cercare di farne una valutazione e venderlo, in barba alla volontà delle nonne e parenti vari. Molto spesso quando ci si interroga circa l’autenticità di un diamante l’oggetto di interesse è qualche pietra blister, da gioiello . In generale però molto spesso si pone questa domanda anche chi è in procinto di effettuare un acquisto e non desidera essere truffato.

    Nel prosieguo di questo elaborato ti forniamo tutti gli elementi e le varie tecniche che puoi utilizzare per riconoscere se un diamante è vero o falso. Per fortuna nel settore è davvero raro imbattersi in una cosiddetta “patacca” ma è sempre e comunque meglio dotarsi degli strumenti adeguati al riconoscimento dell’autenticità specialmente se sei interessato ad acquistarne uno. Se il tuo obiettivo poi è il trading di diamanti e non puoi vedere subito i diamanti che acquisti l’importante è che richiedi i certificati di autenticità dell’ente che li ha rilasciati in quanto ogni singolo diamante deve prima passare per la commissione esaminante prima di poter essere dichiarato autentico!

    MIGLIOR BROKER PER INVESTIRE IN DIAMANTI

    diamond privilege tradingInvestimento: 1.300€
    Rendita decennale: 20%
    Consulenza gratis: SI - Clicca quì
    Info: Opinioni Diamond Privilege
    RECENSIONE
    APRI UN CONTO

    Tecniche di riconoscimento

    In generale va precisato che esistono 3 tipologie di “diamanti” che possono essere considerati dei falsi, ma possono essere spacciati per originali.

    Diamanti sintetici

    La prima tipologia sono i diamanti sintetici che fin dagli anni 50 hanno invaso il mercato in quanto venivano utilizzati per fini industriali. Grazie all’avanzamento tecnologico però bisogna dire che la qualità di queste pietre è andata sempre migliorando ed infatti a partire dal 2005 sono utilizzati anche come gemme colorate per abbellire i gioielli. Da qualche tempo poi è possibile trovare anche delle imitazioni sintetiche di diamanti bianchi, un esempio sono quelli che imitano i diamanti brillanti rotondi.

    In pratica questa tipologia di diamanti “falsi” è cosi denominata perché nelle industrie si usava, partendo da diamanti veri grezzi, indurre il processo di pressione e di calore che poi porta alla creazione di un diamante vero naturale, quindi l’intento è quello di ricreare le condizioni naturali, ma alla fine il risultato non sarà mai identico a quello prodotto direttamente da madre natura!

    In ogni caso anche i diamanti sintetici sono pietre di un certo pregio e quindi non si tratta di un bene economico, dato che comunque la materia prima è di difficile estrazione e per di più ci vuole un lento processo industriale per realizzarli, questo vale almeno per le pietre di maggiore qualità che possono davvero essere scambiate per diamanti veri. Anche per questa tipologia di diamanti esistono dei certificati che però ovviamente attestano che si tratta di imitazioni sintetiche e non di pietre originali.

    Diamanti trattati

    Sempre a partire dalla pietra grezza vengono prodotti anche i diamanti trattati. In pratica il procedimento prevede che si prenda una pietra grezza e poi attraverso un accurato procedimento di pulitura e sbiancamento che si può ottenere attraverso l’utilizzo di un laser ecco che si avrà un prodotto di migliore qualità. Ovviamente i processi di pulitura producono un diamante che è di qualità e valore inferiore rispetto a quelli originali. Il trattamento può essere facilmente riconosciuto da un occhio esperto e per di più anche questa tipologia rientra sempre nei certificati che riportano la qualità ed il processo di ottenimento della pietra in questione.

    Imitazioni di diamanti

    Le tipologie di diamanti di cui abbiamo parlato sino ad ora sono dei “falsi” ma solo relativamente, quindi quando si fa riferimento ad un falso sono altri i parametri che inducono a farlo. Le imitazioni sono i veri e propri falsi. In questo caso stai avendo a che fare con pietre diverse che vengono proprio spacciate per diamanti, nei casi più comuni ad esempio ci si trova davanti ad una “zirconia cubica”, a della moissanite oppure allo zaffiro bianco ed il granato di ittrio e alluminio.

    Si tratta di prodotti che hanno prezzi variegati ma che al contempo possono essere facilmente riconosciuti da un gioielliere, quindi non si corrono pericoli quando si tratta di pure e semplici imitazioni. In particolare nel caso della zirconia, questa può essere facilmente individuata perché il suo peso specifico è superiore, addirittura del 55 % in più. Tutte queste alternative comunque piuttosto piacevoli per l’aspetto estetico, possono essere facilmente individuabili ed hanno prezzi anche più economici se queste pietre vengono utilizzate come gioielli.

    Come riconoscere i falsi

    Come dicevamo spesso un occhio esperto può rappresentare la soluzione del problema, tuttavia puoi provvedere anche tu stesso a fare delle analisi e capire se quello che ti trovi in mano è un vero diamante o una patacca. Un esperto può rendersi conto anche ad occhio nudo se si tratti di un diamante o meno quindi il consiglio è sempre quello di chiedere ad un gioielliere direttamente. Ogni dubbio come sempre può essere risolto dagli istituti gemmologici che sono in grado di rilasciare i certificati che più volte abbiamo menzionato. Sappi che il certificato viene rilasciato soltanto per i veri diamanti e mai per le imitazioni. Per molti investitori poco esperti resta comunque difficile riuscire a comprendere se si tratta di un diamante vero o falso, quindi scendiamo nel dettaglio per capire meglio come regolarsi.

    Se intendi fare valutazioni da te è importante non adottare metodi di dubbia validità altrimenti staresti semplicemente giocando con il tuo denaro rischiando di sprecarlo.  Ad esempio in molti conoscono la proprietà del diamante di poter tagliare il vetro, la prima cosa che potrebbe venirti in mente allora sarà quella di fare una prova di taglio di una superficie di vetro, sebbene il fatto che i diamanti riescano a tagliare il vetro non sia una bufala devi sapere che in natura esistono diverse pietre in grado di farlo, di conseguenza questa non è la prova che stai cercando. Anche i diamanti sintetici sono in grado di tagliare il vetro, ma la cosa peggiore è che rischieresti di rovinare la pietra nel caso in cui essa fosse vera!

    come riconoscere i diamanti veri

    Un indizio importante invece può venire dal peso. La prima cosa da fare, anche molto semplice dunque, è provare a pesare la pietra. Come abbiamo detto ad esempio i zirconi pesano fino al 55 % in più di un diamante reale e questo potrebbe aiutarti a raccogliere delle prime informazioni e scartare subito delle opzioni. Il  fatto è che la semplice pesatura non ti mette al riparo dai diamanti sintetici e da altre tipologie di pietre. Ci sono altri metodi che vengono consigliati da persone che si dichiarano esperte ma il problema è che questi metodi non sempre sono in grado di fare una verifica adeguata dei falsi. Ecco due esempi di pratiche non sicure: c’è chi usa il diamante presunto diamante per leggere un giornale se la cosa riesce allora il diamante è vero, oppure c’è anche chi disegna una linea o un punto sul quale appoggiare il diamante per verificare se si vede perfettamente attraverso di esso.

    Altri metodi poco efficaci sono la rifrazione della luce all’interno della pietra oppure l’appannamento della pietra con l’alito, questi sono solo dei sistemi artigianali che possono essere efficaci a malapena per distinguere i finti zirconi, per non parlare del fatto che con questi metodi si rischia di giudicare come falso un diamante vero! Inoltre in vendita su internet e sui mercati si trovano in vendita vari oggetti che sarebbero capaci di distinguere i diamanti veri dai falsi: ad esempio si vendono penne o tester che rilevano il riflesso della luce oppure il calore termico sarebbero capaci di certificare la validità o la falsità del presunto diamante. Bisogna lasciare da parte anche questi metodi.

    Come fare dunque per capire definitivamente se si tratta di una pietra vera o falsa?

    Per evitare qualsiasi tipo di fraintendimento ed il pericolo di ritrovarsi tra le mani un falso che non vale niente, bisogna soltanto richiedere diamanti certificati con un lasciapassare gemmologico e la cosa più importante in assoluto è cercare di ricorrere a venditori affidabili, quindi più che altro la domanda da farsi è come verificare l’affidabilità del venditore. Se intendi seriamente investire in diamanti dunque non farlo di fretta, prenditi il tuo tempo per valutare tutti gli aspetti e solo dopo acquista le tue pietre, i rendimenti potrebbero essere elevatissimi, per questo l’investimento in diamanti oggi come oggi è una opzione più che valida da prendere in considerazione.

    MIGLIOR BROKER PER INVESTIRE IN DIAMANTI

    diamond privilege tradingInvestimento: 1.300€
    Rendita decennale: 20%
    Consulenza gratis: SI - Clicca quì
    Info: Opinioni Diamond Privilege
    RECENSIONE
    APRI UN CONTO

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    investire-in-diamanti© 2016-2017 Tradingdiamanti.org- Guida all'investimento in diamanti | Chi siamo | Contatti | Disclaimer