venerdì, 20 luglio, 2018
BREAKING NEWS

    Investire in diamanti

    Se t’interessi di investimenti molto spesso ti sarà capitato di sentire che nei momenti di crisi l’investimento più conveniente è quello nei metalli preziosi in particolare in oro. Si tratta infatti del bene rifugio per eccellenza. Un bene rifugio è qualcosa a cui rivolgersi ogni qualvolta nei mercati si registrano situazioni difficili e quindi gli investitori possono approfittarne al fine di proteggere il loro capitale di investimento soprattutto nei momenti di grossa crisi finanziaria sì certo loro è un investimento affascinante ma ormai si tratta di un mercato obsoleto dove non conviene più di tanto investire il posto dell’oro ormai è stato preso da l’investimento in diamanti che si afferma prepotentemente come nuovo bene rifugio più importante ma anche come una soluzione eccellente per ottenere grandi profitti attraverso attività di compravendita.

    Il problema per così dire è il fatto che investimento in diamanti non è cosa molto usuale e di conseguenza l’investitore medio non ne conosce la possibilità. Siti simili a questo portale sono veramente rari infatti noi ci occupiamo esclusivamente dei diamanti e del trading attraverso di essi quindi si capisce che è difficile reperire informazioni di qualità circa il trading di diamanti, ma qui potrai approfittare di molte guide pratiche che riguardano tutto ciò che concerne le pietre preziose più importanti e ricercate al mondo.

    Investire in diamanti

    L’investimento in diamanti non è qualcosa di elitario ma oggi come oggi è alla portata di tutti se volevi iniziare con un investimento in oro puoi tranquillamente abbandonare quell’idea in seguito approfondiremo il perché ma in ogni caso sappi che l’investimento in diamanti e altrettanto conveniente, anzi ormai lo è molto di più, inoltre le modalità di trading sono molto semplici non bisogna fare altro che comprare il bene e custodirlo con molta cura, ciò significa custodire una garanzia per il presente ma anche per i tuoi profitti futuri in quanto questo tipo di investimenti è assolutamente lucrativo ed al riparo dagli stravolgimenti economici e politici.

    Investire in diamanti offre numerosi vantaggi che andremo ad approfondire nel corso della nostra guida, per esempio in qualsiasi momento è possibile controllare la valutazione del proprio investimento tramite i siti specializzati ed anche i quotidiani.

    Prima di investire in diamanti bisogna comunque tenere sempre presente che non si tratta dei soliti investimenti di breve o brevissimo termine come le metodologie di trading che vanno tanto di moda ultimamente, investimento in diamanti e qualcosa di ragionato, lento è per questo anche più sicuro. Chi investe in diamanti lo fa per guadagnare sul lungo periodo solo così infatti i proventi derivanti da questa attività potranno essere ritenuti soddisfacenti, certo non credere di dover aspettare 10 anni per vedere i risultati delle tue operazioni a volte bastano dai 6 ai 12 mesi per ottenere i propri profitti, a volte invece un po’ di più. Molto importante è la capacità di saper scegliere il diamante giusto che sia certificato down Istituto gemmologico che ne analizza le qualità e solo in seguito verrà rilasciato il certificato di naturalezza ed autenticità.

    MIGLIOR BROKER PER INVESTIRE IN DIAMANTI

    diamond privilege tradingInvestimento: 1.300€
    Rendita decennale: 20%
    Consulenza gratis: SI - Clicca quì
    Info: Opinioni Diamond Privilege
    RECENSIONE
    APRI UN CONTO

    Cos’è un diamante?

    Per una questione di completezza vogliamo offrire delle indicazioni utili su cosa sia un diamante, come nasce e come viene estratto, se vuoi entrare nel business dei diamanti è bene saperne molto a riguardo. Quindi potrai trovare molto interessanti le informazioni che seguono.

    Il diamante è carbonio puro cristallizzato grazie a processi naturali, come una pressione tra 25 mila e 70 mila chili per centimetro quadrato e a temperature tra 1500 e 2000 gradi. Il processo avviene a circa 200 chilometri sotto la superficie terrestre e non è del tutto chiaro: infatti i diamanti artificiali prodotti in questo modo sono diversi da quelli naturali e vengono chiamati diamanti sintetici. I diamanti arrivano in superficie con le eruzioni vulcaniche, ma si salvano dalle elevate temperature della lava soltanto quelli inclusi in un minerale: la kimberlite. Per distinguere un diamante vero da uno falso gli esperti ne osservano il colore e la luminosità, e con una lente cercano graffi o segni di usura, che un diamante non dovrebbe avere essendo la pietra più dura esistente in natura. Anche il peso specifico del minerale sarà una indicazione utile a capire se si tratta o meno di un vero diamante.

    Come abbiamo specificato il diamante è un minerale ed è in questo stato che si trova in natura. Esso è composto totalmente da un solo elemento, il carbonio e ha la stessa composizione chimica della grafite delle matite ma, avendo una struttura cristallina molto più compatta, è anche più duro, di qui le storie di alchimisti che riuscivano a trasformare la grafite in diamante! L’unico sistema per lavorarlo è l’utilizzo di attrezzi di diamante.

    Guida al trading di diamanti da investimento

    Solo di rado le gemme estratte sono sufficientemente trasparenti ed incolori per essere esposte in qualche importante gioielleria: per questo motivo e per via dell’elevata durezza del diamante, la maggior parte del materiale estratto viene utilizzato per scopi industriali e solo una piccola parte possiede delle caratteristiche  che lo rendono adatto all’uso per la fabbrica di gioielli. Attualmente il maggior produttore è l’Australia, seguita dalla Russia e da vari stati africani fra cui il Sud Africa le cui miniere sono state le prime ad essere sfruttate.

    Sicuramente possiamo considerare il diamante la regina delle gemme, per conservare inalterati nel tempo bellezza e valore bastano pochi accorgimenti. Se acquisti dei diamanti e li tieni in casa devi periodicamente lavare i gioielli in acqua tiepida con un comune detergente sgrassante, effettuando il lavaggio con  tramite spazzolino con setole morbide. Poi bisogna fare un risciacquo abbondante usando sempre lo spazzolino. È buona norma conservare i gioielli all’interno dei propri contenitori. Quando non fosse possibile è opportuno custodirli, evitando lo strofinio fra loro. Queste semplici cure conserveranno meglio i vostri gioielli nel tempo. Piccolo o grande che sia, un gioiello è qualcosa che dura nel tempo, come dice il detto “un diamante è per sempre”.

    Investire in diamanti conviene

    Come abbiamo accennato in precedenza in questa guida procediamo ad osservare tutti i vantaggi che investire in diamanti comporta, preparati perché si tratta di una lista piuttosto lunga, investire in diamanti conviene e te lo dimostriamo nell’elenco che segue, siamo certi che alla fine anche tu ti lascerai ammaliare dal fascino delle pietre più belle e brillanti al mondo per investire.

    • Bene rifugio: come detto in precedenza uno dei vantaggi dei diamanti è il fatto di essere un bene rifugio, ma cosa vuol dire? Un bene rifugio è un bene che ha un valore intrinseco, “reale” e che tende a non perdere valore a seguito di un incremento del livello generale dei prezzi. Come dice il nome stesso, un investimento in un bene rifugio non ha scopo speculativo, bensì di protezione da un periodo di crisi economica (e finanziaria) o da un periodo di forte instabilità dei prezzi; sarà quindi caratterizzato da rendimenti reali molto elevati. I diamanti si stanno affermando sempre di più come bene rifugio per eccellenza.
    • Bene indipendente: i diamanti sono speciali perché godono di una particolare indipendenza dalle crisi finanziarie e politiche che possono verificarsi da un momento all’altro nel mondo, negoziando diamanti quindi si è al riparo dagli sbalzi dei mercati e si può operare in totale autonomia.
    • Bene tangibile: molto spesso ci si trova a fare investimenti su beni o titoli eterei che non si vedono, magari attraverso strumenti derivati, ebbene fare trading di diamanti ti offre l’occasione di tradare un bene prezioso che puoi avere a casa tua, lo puoi toccare lo puoi ammirare, in pratica lo possiedi e sai il suo valore in ogni momento, questa è una consapevolezza importante.
    • Bene “liquido”: ciò significa che avere in mano diamanti è come avere direttamente i soldi liquidi, i diamanti sono talmente importanti e stimati che, sempre se accompagnati da certificato, essi possono essere rivenduti e piazzati in men che non si dica è per questo che si parla di loro come di un bene liquido.
    • Ottimi per diversificare: quando si fanno investimenti di qualsiasi natura essi siano è fondamentale diversificare il proprio portafoglio, ciò significa che non bisogna mai investire tutto nello stesso campo settore, bene o titolo, quindi se anche ti occupi già di investimenti puoi trovare una risposta alle tue esigenze di sicurezza proprio investendo in diamanti.
    • Trading esentasse: questo è forse il vantaggio principale dell’intera faccenda del trading di diamanti. La compravendita di queste pietre preziose infatti è esentasse e ciò significa che lo stato non tassa i proventi e le plusvalenze derivanti dalle operazioni di trading sui diamanti, come sempre andrà specificato nella dichiarazione dei redditi la provenienza del guadagno ma per il resto il denaro è tutto tuo e nessuno potrà mai togliertelo nemmeno lo stato!
    • Trading in anonimato: investire in diamanti ti permette di gestire tutto in completa autonomia e tutto quello che devi fare è acquistare e rivendere, quindi nessuno potrà mai sapere quello che stai facendo, non c’è nulla di segnato in banca o su qualche registro la compravendita può avvenire direttamente online e quello che conta è avere un capitale e le certificazioni che assicurano la qualità dei diamanti.

    COSA OCCORRE PER INVESTIRE IN DIAMANDI ?

    LA RISPOSTA E’ DIAMOND PRIVILEGE

    VISITA IL SITO

    +++ PIATTAFORMA SICURA PER L’INVESTIMENTO IN DIAMANTI+++

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti conviene

    Quotazione diamanti

    Come ogni bene importante anche i diamanti vengono quotati in borsa le quotazioni avvengono nelle borse principali di New York ed Anversa, ma anche Londra. Le quotazioni di diamanti sono sensibili alle variazioni di valute ma investire in diamanti è un attività indipendente e non risente del cambiamento di nessuna valuta; diciamo che l’unico rischio possibile corso dal trader è quello del cambio euro dollaro perché i diamanti sono quotati in dollari e di conseguenza sarà necessario cambiare i dollari in euro una volta trasformati diamanti in soldi liquidi. I diamanti sono le gemme più preziose presenti sui mercati, proprio per questo motivo si è creato un sistema oggettivo di valutazione.

    Le quotazioni dei diamanti è particolarmente incoraggiante dal punto di vista delle operazioni finanziarie. Il valore di questo bene non ha fatto che crescere negli ultimi anni e ci sono diversi fattori che concorrono alla crescita costante del bene. Uno dei fattori principali è di certo la difficoltà di estrazione che andando a pesare sui costi di gestione per le aziende di settore pesa anche sul prezzo dei diamanti e fa alzare a ritmo costante la quotazione. Inoltre le aziende devono sostenere alti costi di manodopera per non parlare della sicurezza sia in fase di estrazione sia di trasporto dei diamanti. Per un oggetto così prezioso c’è da prendere tutte le precauzioni possibili.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Quotazioni diamanti

    Investire in diamanti prezzi

    Quando ci si interessa delle quotazioni del prezzo sui diamanti si può leggere e vedere di tutto. In effetti il problema è che non esiste un vero e proprio standard tra i diamanti, di conseguenza diventa difficile fare valutazioni chiare ed oggettive. Osservando l’andamento delle quotazioni nel tempo il grafico comunque mostra che i prezzi sono cresciuti moltissimo specialmente a partire dagli anni 50 ad oggi. In ogni caso in fase di valutazione non è raro leggere affermazioni che si contraddicono in merito alla crescita media dei prezzi nell’ultimo ventennio. Le stime parlano comunque di cifre sempre intorno al 10 % di crescita, tendenza che sembra destinata a continuare ancora.

    Se intendi recuperare il prezzo dei diamanti per capire se il venditore che te li propone è onesto ed obiettivo nella valutazione allora devi consultare il listino Rapaport. Ma di cosa si tratta? Con cadenza settimanale viene pubblicata una matrice dei prezzi, il listino Rapaport, che è molto ricco di voci, parliamo di migliaia. Ma in teoria potrebbero essere molte di più se certe categorie non fossero state raggruppate. Per una questione di affidabilità e sicurezza i prezzi riportati riflettono le quotazioni della borsa di New York, la più importante in fatto di diamanti, forse solo quella di Londra può rivaleggiare in tal senso. Le matrici riportano quattro dimensioni. Per le principali forme (a partire ovviamente dal brillante rotondo) considerano 3 dei 4 parametri fondamentali che iniziano con la lettera C.

    Se ti interessa approfondire il prezzo dei diamanti e la questione del Rapaport devi sapere cheun estratto puoi consultarlo facilmente perchè viene pubblicato settimanalmente su Il Sole 24 Ore. Ma per quanto è sintetico purtroppo non può tornare di alcuna utilità al trader di diamanti. Questo accade perché le quotazioni prezzi del Rapaport, pur essendo ufficiali non sono riconosciute ovunque, insomma non si tratta di un listino ufficiale di vendita, in ogni caso possono essere utilizzati questi listini per farsi una idea chiara dei prezzi.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti prezzi

    Valore diamanti

    Il valore dei diamanti dipende sostanzialmente dalle loro caratteristiche. Una delle caratteristica da non sottovalutare durante l’acquisto di un diamante, è il taglio, un aspetto importante che determina buona parte del prezzo. Molto spesso in rete, si possono trovare delle offerte ed annunci che presentano prezzi stracciati oppure scontati, tipi pietre ad 1 euro, questo è del tutto impossibile. Ciò non toglie che molte persone sono solite lasciarsi ingannare quando trovano delle offerte di questo tipo, poiché, non conoscendo la differenza tra i diamanti e i brillanti, non riescono a riconoscere la veridicità della gemma. Il diamante in pratica è una materia prima che viene estratta. Invece quando si parla di brillanti il discorso è differente perché non hanno nulla a che fare con i diamanti veri.

    In pratica le gemme vengono lavorate a forma di brillante. Di fatti il brillante è una delle varie forme che assume un diamante con taglio; ad esempio: un rubino che viene tagliato a forma di brillante viene definito zircone con taglio brillante o più semplicemente un vetro con taglio brillante. Di conseguenza è chiaro che non bisogna mai e poi mai fidarsi delle offerte con dicitura “brillante”, le truffe sono sempre dietro l’angolo e quindi è bene fare attenzione perché non esistono diamanti scontati! I prezzi dei diamanti sono infatti variabili in base al contesto ed al momento storico che va a determinarne il valore

    I diamanti certificati di maggior valore sono quelli finanziari, anche se si tratta di una definizione fittizia. Questo tipo di diamante non si vende nelle gioiellerie, ma è acquistabile in banca dove però non conviene prenderli perché gli istituti bancari sono solo degli intermediari e trattengono commissioni, in teoria basta andare allo sportello per acquistarli. Per quanto concerne il valore dei diamanti si tratta sempre di un discorso relativo. Ad esempio se consideri il peso complessivo di 100 diamanti, ognuno da un carato, è pari a 20 grammi. Un luogo comune in questo contesto è il fatto che un diamante grande valga di più di uno piccolo, ma non sempre è così. Ad esempio un diamante da 1,50 carati è più pregiato e più costoso rispetto ad una gemma da 0,97 carati, anche se le dimensioni di quest’ultima fossero superiori.

    CONSULENZA GRATIS SUI DIAMANTI DA INVESTIMENTO

    CLICCA QUI’ PER UNA CONSULENZA

    +++ DIAMONDO PRIVILEGE PIATTAFORMA SICURA PER L’INVESTIMENTO IN DIAMANTI+++

    Caratteristiche dei diamanti

    I diamanti vallo valutati in base alle loro caratteristiche. Tutti i diamanti sono rari, ma alcuni sono più rari di altri e quindi di maggiore valore. Per determinare le caratteristiche ed il valore di un diamante bisogna conoscere le “4 C” Carat, Color, Clarity, Cut. La migliore combinazione di queste quattro caratteristiche determina un prezzo maggiorato per una certa pietra.

    Carati

    Il peso, si riferisce al peso di un diamante che è uno degli aspetti da valutare nel momento in cui si sta pensando all’acquisto. La caratura si confonde spesso con le dimensioni anche se in definitiva si tratta semplicemente di una unità di peso comune e che viene utilizzata per i diamanti. Un carato può essere a sua volta diviso in 100 “punti”. Un diamante di 0.75 carati può essere indicato anche come un diamante di 75 punti ovvero di ¾ di carato.

    Per quanto riguarda il valore è fondamentale notare che un diamante di un carato non costa esattamente il doppio di un diamante di mezzo carato, poiché i diamanti più grandi sono più rari e difficili da trovare in natura, questo fatto li rende importanti e li colloca in cima a tutti gli altri diamanti. Quindi alla fine un diamante da un carato costerà molto più del doppio di un diamante da mezzo carato sempre se gli altri parametri sono di pari valore, come il taglio il colore e via discorrendo.

    Il colore

    Esiste una vera e propria scala su cui ci si basa per verificare le sottili sfumature di colore di una pietra. La lettera D si riferisce alle pietre perfettamente incolori, si tratta di pietre molto rare e dunque il prezzo tende a lievitare moltissimo. Gli altri colori si trovano su una scala che va dalla lettera D alla Z, le sfumature di colore gialle o marroni aumentano progressivamente. Solo un   esperto in materia di diamanti ed anche in condizioni di illuminazione ottimali è in grado di vedere la differenza tra due livelli successivi, quindi parliamo di lettere molto vicine. D’altro canto però c’è da dire che molte persone anche con poca esperienza, possono notare la differenza fra colori che lungo la scala si trovino a molta distanza tra loro. Ecco la scala dei colori riassunta brevemente:

    • D bianco eccezionale +
    • E bianco eccezionale
    • F bianco extra +
    • G bianco extra
    • H bianco
    • I-J bianco leggermente colorito
    • K-L bianco colorito
    • M, N-O, P-R, S-Z colorito

    Purezza

    La purezza è il secondo parametro in ordine di importanza e viene valutata in base alla quantità di inclusi presenti all’interno del diamante. I diamanti senza inclusioni sono qualcosa di rarissimo,  le inclusioni contraddistinguono un diamante e per questo sono una sorta di carta d’identità della gemma. Gli inclusi sono inevitabili e non si possono rimuovere dall’interno, essi compaiono durante la formazione dei diamanti nel sottosuolo ad altissima pressione. Possono avere forme differenti come piccoli cristalli, nuvole o piume, che comunque sono difficilmente visibili a occhio nudo.

    Questa è la motivazione per cui gli esperti al fine di individuare le impurità fanno uso di una lente d’ingrandimento che permetta loro di vedere un diamante ingrandito 10 volte in modo da poter meglio localizzare tutte le inclusioni. La posizione di un’inclusione è una delle caratteristiche che va ad influenzare il valore finale di un diamante e la sua valutazione. Esistono pochissimi diamanti in natura del tutto privi di imperfezioni e questi sono quindi incredibilmente costosi.

    Le inclusioni vengono schematizzate all’interno di una scala di purezza, stabilita dal Gemological Institute of America (GIA) uno dei più importanti in assoluto per quanto riguarda la valutazione dei diamanti. Le inclusioni comunque possono essere nascoste dalla montatura e quindi aver poco effetto sulla bellezza della pietra. Un’inclusione al centro o sulla tavola del diamante potrebbe influenzare la dispersione della luce, diminuendo infine le proprietà luminose della gemma. Maggiore è la purezza del diamante, maggiore sarà anche la luminosità, il valore ed il pregio della pietra.

    Taglio

    La quarta ed ultima caratteristica di un diamante è il taglio ed è l’unica di quelle elencate sino ad ora che dipende direttamente dalla lavorazione per mano dell’uomo. Per fare un grande diamante dunque ci vuole una fine lavorazione che dipende dalla mano dell’artigiano, alla fine del processo un diamante ben tagliato riflette la luce internamente da una sfaccettatura all’altra proprio come accade in uno specchio, infine la luce viene dispera attraverso la corona e la tavola del diamante.

    Il taglio fa ovviamente riferimento anche alla forma che è stata conferita in fase di lavorazione e quindi un diamante potrà essere rotondo, a goccia, quadrato oppure anche a cuore. Un diamante tondo è particolarmente pregiato perché questa è l’unica forma in grado di riflettere interamente la luce che vi entra, questa è dunque la forma a luminosità maggiore che segue le linee guida specifiche riguardo alle proporzioni.

    Questi sono i tipi di taglio conosciuti:

    • Taglio ideale: parliamo di diamanti rotondi perfettamente proporzionati. Questi diamanti presentano quasi sempre i massimi livelli di luminosità e simmetria, vista la grande cura riposta nella loro lavorazione. L’abilità e la perizia utilizzate per eseguire questo taglio permettono di realizzare un diamante di categoria superiore. I diamanti di questo tipo sono ovviamente molto più costosi di quelli tagliati in diverse modalità. Ciò è dovuto a tre peculiarità specifiche: sono necessari più tempo e una maggiore abilità per tagliare un diamante con tale precisione, sono pietre molto richieste, ed infine il fattore più importante è che sarà sacrificare una buona parte del diamante grezzo originale per ottenere le il taglio perfetto, disfarsi di parti di un diamante è costoso!
    • Taglio ottimo: questi invece sono diamanti tagliati secondo proporzioni che corrispondono esattamente ai requisiti di profondità e tavola. Queste proporzioni fuori del comune massimizzano il fuoco e la lucentezza della pietra, siamo solo un gradino sotto al taglio ideale.
    • Taglio buono: scendendo più in basso abbiamo diamanti di alta qualità ma dalle proporioni non ideali. Queste pietre presentano generalmente un buon livello di brillantezza e fuoco, e sono comunque eccellenti per creare gioielli.
    • Taglio standard: queste pietre sono tagliate secondo proporzioni che si discostano da quelle ideali e quindi siamo ben al di sotto a livello qualitativo. Sono stati tagliati in modo da recuperare più peso possibile dalla pietra grezza ma questo causa una perdita di brillantezza ed un fuoco non all’altezza. Il prezzo di certo sarà più basso dei diamanti tagliati secondo un taglio ottimo o buono, ma resta il fatto che a questo livello non si ha la brillantezza che ci si aspetta da un diamante, quindi sono più economici.
    • Taglio mediocre: infine abbiamo i diamanti tagliati secondo proporzioni che li fanno apparire relativamente poco brillanti. Di certo queste pietre non sono consigliabili se si sta cercando di farsi fare gioielli di alta qualità.

    MIGLIOR BROKER PER INVESTIRE IN DIAMANTI

    diamond privilege tradingInvestimento: 1.300€
    Rendita decennale: 20%
    Consulenza gratis: SI - Clicca quì
    Info: Opinioni Diamond Privilege
    RECENSIONE
    APRI UN CONTO

    Certificati per i diamanti

    Un diamante naturale da acquistare per essere definito tale deve essere accompagnato da un certificato gemmologico. I certificati gemmologici sono quei documenti che vengono rilasciati da autorità competenti in materie di pietre preziose, in genere se ne occupano laboratori di analisi specializzati che infine possono rilasciare un certificato di autenticità che rappresenterà la carta d’identità del diamante e lo accompagnerà lungo tutto l’arco della sua esistenza. Nel certificato di autenticità sono riportati tutti i parametri di riferimento che abbiamo elencato in precedenza come la purezza, il taglio, il colore ed il peso, tutte caratteristiche che come abbiamo visto influiranno sul valore di mercato del diamante, di qui verrà stabilito il prezzo.

    I diamanti cosiddetti finanziari devono avere questa tipologia di certificati, questo ti permette di acquistarli e di verificare in qualsiasi momento le caratteristiche specifiche su cui poi si potranno basare le stime di valore delle pietre che stai per acquistare. Da non sottovalutare inoltre c’ è il fatto che sono numerosi gli istituti che si occupano di certificati, ma in definitiva sono pochi quelli riconosciuti a livello internazionale, solo questi centri sono in grado di rilasciare certificati che rendono valida la compravendita e la circolazione delle pietre in ogni dove.

    I migliori centri fanno valutazioni che sono oggettive ed accettate quasi universalmente e questo perché si tratta di situazioni del tutto slegate dal mondo della compravendita dei diamanti aderendo alle linee guida ed agli standard di valutazione internazionali, anche se in realtà non esiste un metro di giudizio comune ed in parte la valutazione è in mano all’analista.

    Leggere un certificato

    Cosa riporta esattamente il certificato di un diamante da investimento? All’interno dei documenti vengono riportate le seguenti caratteristiche come: taglio, forma, peso, colore, purezza, dimensioni, trattamento, valutazione del taglio, simmetria e lucidatura, incisione cintura, fluorescenza, numero del certificato, grafico della pietra, commenti, ologramma. I diamanti certificati non comportano un sovrapprezzo per il fatto di essere accompagnati da certificazione, in ogni caso trattandosi di un bene di altissimo pregio potrebbe essere richiesta una conferma valutativa al momento della rivendita delle gemme.

    Tuttavia va detto che non tutti i certificati sono uguali, la ragione di questo fatto è che non sono ancora stati stabiliti dei parametri di valutazione uguali a livello internazionale che vadano ad accomunare tutti i certificati, ciò significa che ogni laboratorio ha un proprio certificato unico in quanto segue i propri criteri, in generale però è ovvio che alcune indicazioni sono sempre le stesse perché fondamentali. L’unico inconveniente è la valutazione, anche se non rientra del tutto nelle competenze dei laboratori, la valutazione può variare di poco tra un centro e l’altro e quindi alla fine questo si riflette sul prezzo delle pietre. Il prezzo finale di una pietra come accennavamo nei paragrafi precedenti è una questione particolare perché essa non può non risentire delle conclusioni soggettive a cui arriva il singolo esaminatore, in barba al fatto che gli strumenti di analisi alla fine sono sempre gli stessi!

    Investire in diamanti pregi e difetti

    Facciamo ora un disamina di quelli che sono i pregi e difetti dell’investimento in diamanti, partendo dai pregi:

    • Il mercato dei diamanti è qualcosa che è gestito da pochi attori che si spartiscono una ricchissima torta tanto è vero che sono pochissime le società che operano nel settore, che fanno cartello ed agiscono al fine di mantenere alti i prezzi. Ogni qual volta si ha una fase di stallo nella crescita dei prezzi queste società diminuiscono l’offerta del bene e questo secondo le leggi dei mercati porta ad un aumento dei prezzi. Tutto ciò comporta che il prezzo dei diamanti è in costante aumento per fattori naturali ed artificiali e quindi a sua volta la conseguenza è che investire in diamanti è del tutto conveniente.
    • Il mercato dei diamanti inoltre giova del fatto che queste pietre non sono infinite e quindi sono in esaurimento un po’ come il petrolio le estrazioni non possono continuare per sempre ciò comporta un ulteriore aumento dei prezzi.
    • I diamanti sono esentasse e ciò significa che sono esenti da tasse di successione e di capital gain l’unica cosa da rilevare è che si paga l’IVA al momento dell’acquisto e questo valore non viene recuperato.
    • I diamanti inoltre hanno il pregio di essere un bene di piccole dimensioni facile da trasportare ed occultare, questo favorisce inoltre la segretezza e l’anonimato nel business.
    • Altro pregio è il fatto che non passano mai di moda sono un oggetto evergreen ed è impossibile che questa situazione cambi.
    • Sono facilissimi da vendere.

    I difetti

    • Se non si fa trading di diamanti online, acquistarli resta semplicissimo ma rivederli diventa un po’ problematico specialmente per il fatto che gli acquirenti offrono prezzi stracciati ma se si sa a chi rivolgersi il problema non si pone.
    • Una volta trovato l’acquirente bisogna sostenere un costo del 10% come commissione di negoziazione.
    • Sono difficili da recuperare in caso di rapina, ma sei i diamanti sono forniti di certificato e codice identificativo non appena vengono identificati di nuovo il possessore ha diritto di recuperarli senza dover pagare nulla.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti pregi e difetti

    Investire in diamanti opinioni e commenti

    Le opinioni ed i commenti di tutti coloro che hanno già effettuato delle operazioni in diamanti sono particolarmente interessanti perché ti permettono di aprire una finestra su un mondo sconosciuto ancora prima di entrare in questo business. Leggendo il nostro approfondimento potrai scoprire le storie di coloro che sono entrati nel trading di diamanti prima di te e ne hanno scoperto tutti i vantaggi, per di più si tratta di persone come te che avendo un capitale da investire non trovavano una soluzione adeguata fino a quando non hanno scoperto la possibilità di impiegare il denaro in questa attività. Le testimonianze che ti proponiamo derivano direttamente dai nostri lettori nella maggior parte dei casi, ma si tratta anche di pareri di esperti che abbiamo raccolto su internet per offrirti uno sguardo obiettivo ed utile su questo business.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti opinioni e commenti

    INVESTIRE IN DIAMANTI: COME FARE ?

    DIAMOND PRIVILEGE: 1° PIATTAFORMA DI INVESTIMENTO AL MONDO

    CLICCA QUI’ PER APPROFONDIMENTI

    +++ PIATTAFORMA SICURA PER L’INVESTIMENTO IN DIAMANTI+++

    Investire in diamanti grezzi

    I diamanti possono essere acquistati in ben 3 versioni, esistono infatti i diamanti lavorati che sono la versione più pregiata e dal prezzo più elevato ma poi esiste la possibilità di acquistare i diamanti anche grezzi cioè così come sono stati estratti senza alcuna lavorazione da parte dell’uomo, si tratta di gemme sempre pregiate in base alle potenziali caratteristiche che avranno dopo la lavorazione ma comunque il loro prezzo resta inferiore rispetto a quello dei diamanti lavorati, infine abbiamo i diamanti sintetici che vengono lavorati direttamente in fabbriche ed industrie specializzate che però non avranno mai la qualità e la brillantezza di un diamante naturale.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti grezzi

    Investire in diamanti o in oro

    Per chiunque lo desideri oggi non è disponibile soltanto il trading di diamanti ma anche quello in oro, allora la domanda nasce spontanea: conviene di più l’una o l’altra forma di investimento? L’oro ha da sempre rappresentato una grande attrattiva per gli investitori infatti si tratta di un bene rifugio molto quotato che difficilmente scende di valore, ma diciamo che ormai investire in oro è una metodologia piuttosto obsoleta e poco conveniente per vari fattori. Abbiamo approntato per te una guida dettagliata sui vantaggi e gli svantaggi di investire in oro contrapposto invece alle nuove frontiere offerte dal trading di diamanti. Per cominciare però ti possiamo dire che il principale svantaggio di scegliere l’oro risiede nel fatto che il massimo che puoi fare online è acquistare future sull’oro il che significa che non stai realmente acquistando oro ma contratti a termine basati sul valore del bene, facendo trading di diamanti invece entri realmente in possesso del bene e puoi gestirlo e rivenderlo in qualsiasi momento.

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti o in oro

    Quanto rende investire in diamanti

    Fare trading di diamanti ti garantisce prospettive di profitto senza pari e questo sempre insieme al fatto che si gode del vantaggio che si tratta di un investimento sicuro che molto difficilmente potrà portarti perdite sul capitale. Si tratta di un trading di lungo termine che proprio per questo offre maggiore sicurezza e garanzie, un dato resta davvero strabiliante: i diamanti negli ultimi anni hanno portato a chi ha investito su di essi tempo fa un profitto di oltre il 130 %, si tratta di una cifra astronomica se consideri che gli interessi riconosciuti da una banca o qualcosa di simile difficilmente arrivano a toccare il 3 % sul denaro che hai impiegato in qualche forma di investimento. I diamanti possono arrivare a rendere anche l’8% annuo!

    >>> Per maggiori info leggi la guida: Quanto rende investire in diamanti 

    Investire in diamanti rischi

    Infine ti proporremo una guida a quelli che sono i rischi del trading di diamanti così potrai capire bene come e perché i rischi sono bassi e poco considerevoli specie se gestiti bene dall’investitore.

    >> Per maggiori info leggi la guida: Investire in diamanti rischi

    MIGLIOR BROKER PER INVESTIRE IN DIAMANTI

    diamond privilege tradingInvestimento: 1.300€
    Rendita decennale: 20%
    Consulenza gratis: SI - Clicca quì
    Info: Opinioni Diamond Privilege
    RECENSIONE
    APRI UN CONTO

    2 Comments

    1. 1

      giulio

      complimenti per questa guida sui diamanti. il settore è stato sempre di mio interesse ed oggi posseggo un buon capitale da investire . iniziai diversi anni fa con un diamante di 5k con un buon grado di purezza che mi ha reso davvero molto. e pian piano sono andato ad investire il gain scegliendo in maniera molto scrupolosa in nuovi diamanti sempre più di nicchia.

      Reply
      1. 1.1

        Staff tradingdiamanti.org

        Salve, innanzitutto la ringraziamo per la sua testimonianza vissuta nel settore degli investimenti in diamanti e che, dalla stessa intuiamo, lei abbia maturato una buona preparazione figlia di investimenti oculati e studiati. Se intende migliorare ancor più le sue competenze nel settore ci scriva anche al nostro indirizzo di posta elettronica, o ci contatti cliccando quì.

        saluti

        Reply

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    investire-in-diamanti© 2016-2017 Tradingdiamanti.org- Guida all'investimento in diamanti | Chi siamo | Contatti | Disclaimer